Centro Porsche Lugano
Tel. +41 91 961 80 60
info@porsche-lugano.ch

Via libera per Sports Cup Suisse 2021

Aggiornamento software gratuito per la prima Porsche Taycan

La Porsche Sports Cup Suisse è pronta per la stagione 2021: il 24 aprile la serie monomarca affronterà al Red Bull Ring in Stiria il primo di sei weekend di gara. Il campionato viene organizzato per la prima volta sotto il patrocinio del nuovo Porsche Motorsport Club Suisse (PMCS). Il programma ben rodato di eventi sportivi per i clienti del marchio rimane sostanzialmente invariato. Continua a basarsi su due pilastri: la Porsche Sprint Challenge Suisse con le categorie GT3 Cup, GT4 Clubsport e GT Open, nonché la competizione di regolarità della Porsche Drivers Competition Suisse (PDC) e l’Introduction to Racetrack (ItoR), un’offerta di corsi non competitivi su circuito per principianti sotto l’egida della Porsche Track Experience.

«Dobbiamo il successo della Porsche Sports Cup Suisse ai numerosi clienti in Svizzera che vivono il motorsport in modo particolarmente intenso come parte della cultura del nostro marchio», spiega Michael Glinski, CEO di Porsche Schweiz AG. «In questa stagione non vediamo l’ora di lavorare con i nostri contatti fidati sotto l’egida del nuovo Porsche Motorsport Club Suisse».

Ad aprile si aprirà con una doppia gara sprint al Red Bull Ring di Spielberg. La manifestazione si sposterà quindi al Circuito Paul Ricard di Le Castellet, nel sud della Francia, prima dell’appuntamento all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola in programma alla fine di giugno. Dopo la pausa estiva, la PSCS inizierà la seconda metà della stagione il primo fine settimana di settembre al circuito di Hockenheim. A fine settembre, l’Autodromo Internazionale del Mugello ospiterà la seconda delle tre presenze in Italia. Il finale al World Circuit Marco Simoncelli di Misano completerà il calendario a fine ottobre. Giornata di gara principale della Porsche Sports Cup Suisse è, ormai quasi da tradizione, il sabato – cosa che facilita il viaggio di ritorno per i partecipanti. Faranno eccezione quest’anno gli eventi di Imola e Hockenheim, che termineranno entrambi soltanto domenica sera.

Rimane immutata la caratteristica varietà del campionato monomarca elvetico Porsche. Si spazia dalle gare sprint ed endurance per auto da competizione purosangue come la 718 Cayman GT4 Clubsport, la 911 GT3 Cup, la 911 GT2 RS Clubsport o anche la 911 GT3 R passando per generazioni di modelli più vecchie e fino alle sportive da strada che scendono in pista con pneumatici di serie. Per i principianti del motorsport, sotto l’egida della Porsche Track Experience, sono disponibili formati come l’Introduction to Racetrack. Le necessarie conoscenze teoriche vengono impartite in una sorta di corso di prova, senza un coinvolgimento diretto nella competizione, consentendo una prima esperienza pratica in pista sotto la guida di istruttori esperti.

Porsche Sprint Challenge Suisse: GT3 Cup
L’attesa per la corsa al titolo nella GT3 Cup della nuova stagione si sta facendo spasmodica: con Alexander Fach e Dominik Fischli si sfideranno nuovamente campione e vicecampione dell’anno precedente. Come nel 2020, i due piloti junior saranno sponsorizzati dal Porsche Motorsport Club Suisse e da Porsche Schweiz AG. Mentre Fach – ancora giovanissimo con i suoi 18 anni – intende difendere il suo titolo, Fischli, ora 26enne, vuole impedirgli la riconferma.

La lotta per il titolo continuerà a essere combattuta sulla Porsche 911 GT3 Cup della generazione 991 II. La vettura di gara monomarca da 485 CV è spinta da un motore da 4,0 litri e libera la sua potenza sull’asfalto grazie a un cambio sequenziale a sei marce. Il raggruppamento della Classe 2 è rafforzato dal modello precedente degli anni dal 2013 al 2016 (Classe 3). Il suo motore boxer a sei cilindri da 3,8 litri sviluppa una potenza di circa 460 CV.

Dopo le sessioni di prove libere, che offrono ai partecipanti molto tempo al volante, una qualifica di 35-45 minuti decide la griglia di partenza per la gara sprint di mezz’ora. A seconda dell’evento, questa è seguita da un’altra gara sprint – la griglia di partenza si basa sul risultato della prima manche – o da una gara endurance. La corsa di durata copre circa 161 chilometri (100 miglia) e prevede un passaggio ai box tra il 20° e il 45° minuto di gara, durante il quale è possibile, ma non obbligatorio, il cambio del pilota. La decisione sull’ordine di partenza viene presa in una qualifica separata, dato che alla gara di 100 miglia partecipano anche le Porsche dei gruppi GT4 Clubsport e Open GT.

Il sistema di assegnazione del punteggio del 2020 rimane in linea di principio valido: il vincitore riceve 25 punti, il secondo 20, il terzo 16 e così via fino al quindicesimo, che – come tutti gli altri ulteriori classificati – si aggiudica un punto. I cosiddetti punti di partecipazione dell’anno precedente non saranno più applicati. Allo stesso tempo, i primi tre in qualifica e i tre piloti con i giri più veloci in gara otterranno tre, due o un punto in più.

Questo sistema vale anche per la competizione endurance, dove due piloti possono condividere un’auto. Con un’eccezione. I professionisti con classificazione ufficiale FIA «Silver», «Gold» o «Platinum», utilizzati come secondo pilota, non hanno diritto ad alcun punto. Queste misure assicurano che le gare di durata attraggano anche la partecipazione di piloti privati e amatoriali.

Porsche Sprint Challenge Suisse: GT4 Clubsport
Emozionanti battaglie per le posizioni, frenate coraggiose e sport motoristico di alto livello: il gruppo GT4 Clubsport, che conta un folto raggruppamento, promette gare avvincenti nell’ambito della Porsche Sprint Challenge Suisse anche nel 2021. Pure il campo delle auto da corsa GT4 basate sulla Porsche Cayman si divide in tre gruppi. L’attuale 718 Cayman GT4 Clubsport Competition con pacchetto MR di Manthey-Racing è al via nella Classe 10. Combina il motore centrale a sei cilindri da 3,8 litri e 313 kW (425 CV) del modello originale con un telaio ancora più sofisticato e numerose componenti leggere realizzate in materiali compositi di carbonio o biofibre. La Classe 11 è riservata alla 718 Cayman GT4 Clubsport senza pacchetto MR, mentre nella Classe 12 partiranno tutte le Cayman GT4 Clubsport della precedente generazione Cayman 981.

Con gare sprint da 30 minuti e gare endurance sulla distanza di 100 miglia, il formato di gara del gruppo GT4 Clubsport corrisponde a quello della GT3 Cup. Lo stesso vale per il sistema di punteggio. L’anno scorso Francesco Fenici è stato il dominatore protagonista della battaglia per il titolo. Il romano si è aggiudicato nove gare su dieci. Il secondo posto è andato a Laurent Misbach. Nella Classe 11 ha trionfato Renzo Kressig, cui è riuscita l’impresa di battere l’intero raggruppamento nella gara endurance del Mugello in occasione del quarto appuntamento stagionale.

Porsche Sprint Challenge Suisse: Open GT
Oltre alla GT3 Cup e alla GT4 Clubsport, la Porsche Sprint Challenge Suisse offre un approdo sportivo anche a molte altre auto da corsa a due porte del marchio. La gamma di modelli comprende veicoli attuali e più vecchi, dalla 944 Cup alle diverse generazioni di vetture 911 monomarca fino alla 911 GT2 RS o alla 911 GT3 R. Divise in classi appropriate, competono l’una contro l’altra all’interno della categoria Open GT e svolgono delle proprie gare sprint. Possono partecipare anche alle gare endurance – ad esempio la corsa notturna di 120 minuti a Misano, in Italia – che quasi tradizionalmente segna la fine di ogni stagione della PSCS.

Per tutte le competizioni le vetture devono obbligatoriamente avere il pacchetto completo di protezione per motorsport, cioè gabbia di sicurezza, cinture di sicurezza a sei punti, sedile a guscio racing e sistema antincendio automatico.

Porsche Drivers Competition Suisse (PDC)
La Porsche Drivers Competition Suisse è sinonimo di grande divertimento in pista con auto sportive di serie. Invece dei tempi sul giro più veloci, mette in primo piano i tempi sul giro più uniformi – una prova per veri specialisti. Completare nove giri su dieci con deviazioni minime è una sfida impegnativa. I partecipanti possono fare a meno di modifiche speciali come roll bar a gabbia o sistemi antincendio per le loro Porsche. A chi guida è richiesto solo l’uso di un casco certificato e si consigliano tute da gara e indumenti ignifughi. Il risultato delle qualifiche determina solo l’ordine in cui i partecipanti lasciano la pit lane a intervalli di due o tre secondi. L’obiettivo è guidare nel modo più uniforme possibile nonostante eventuali manovre di sorpasso.

Anche l’assegnazione dei punti riprende lo schema della Porsche Sprint Challenge Suisse, però tutti i partenti ricevono dieci punti base aggiuntivi ciascuno. Inoltre, solo i cinque migliori risultati sono inclusi nella classifica a fine stagione. Questo significa che chi è costretto a rinunciare a una corsa, non perde automaticamente tutte le possibilità per il campionato. Nel 2020 il vincitore è stato Peter Gafner. Dopo due vittorie, il quarto posto è bastato al pilota della Porsche 911 GT3 per battere Robert Schwaller nel finale di stagione a Misano.

«Dopo un anno difficile e pieno di restrizioni, con la nuova stagione speriamo di tornare a un programma regolare per la Porsche Sports Cup Suisse», dichiara Richard Feller, presidente e responsabile per il motorsport del Porsche Motorsport Club Suisse. «Siamo altrettanto lieti di preparare giovani talenti emergenti come i piloti junior Alexander Fach e Dominik Fischli, che supportiamo nella GT3 Cup, così come gli appassionati Porsche che vogliono sfruttare le capacità delle loro vetture di serie e da corsa in condizioni professionali e in un’atmosfera amichevole. Nel 2021 vogliamo portare avanti lo sviluppo positivo della Porsche Sports Cup Suisse».

Calendario provvisorio della Porsche Sports Cup Suisse 2021
22–24/04: Spielberg (A), doppia gara sprint
03–05/06: Le Castellet (F), gara sprint ed endurance
25–27/06: Imola (I), gara sprint ed endurance
03–05/09: Hockenheim (D), doppia gara sprint
23–25/09: Mugello (I), gara sprint ed endurance
21–23/10: Misano (I), doppia gara sprint e gara notturna

Galerie